Loading...

IL NOSTRO AMICO MATTEO

Waves Avenue è andata a trovare per una intervista il Surfista Italiano e fotografo Matteo Caracini, e lo è andato a trovare proprio a casa sua, nei dintorni di Cecina…

WA: Allora Matteo raccontaci un po’ di te, te che sei Cecinese DOC…

M: Non proprio Cecinese… sono Civitanovese DOC, nato e cresciuto a Civitanova Marche fino a 20 anni, poi per cause naturali mi sono trasferito a Cecina. Qui ho ampliato la mia passione per la fotografia, iniziando a fare fotografie di surf.

WA: Matteo, già praticavi il surf o hai iniziato qui in toscana?

M: Io surfo praticamente da quando avevo 12-13 anni, tra skate e surf diciamo, grazie anche ai miei cugini più grandi che mi portavano con loro, da li poi ovviamente le passioni si sono unite e quindi fare foto di surf è venuto naturale, diciamo che da una decina di anni mi sono specializzato a fare foto di surf

WA: Qual’è il viaggio che ti è rimasto più nel cuore?

M: Di viaggi ne ho fatti diversi, ma quello ch più mi è rimasto nel cuore, è quello in Australia, in tutto e per tutto: dalle persone, le onde, i posti meravigliosi, però, c’è un però…. c’è anche un altro viaggio che porto nel cuore, che tra l’altro è stato fatto di recente, con degli amici che conosco da poco, ma che posso sinceramente definire amici, siamo una vera crew, e in questo viaggio siamo stati a Somo, meta tra l’altro già visitata da me diverse volte, ma con questa compagnia mi è rimasto nel cuore, sono partito insieme ai ragazzi di Waves Avenue, Giulio Cerrone, Marco Guarguaglini del VagSurfShop San Vincenzo.. é stata una roba incredibile, emozionante.

WA: Bene bene, dicci ora qual’è il tuo home spot?

M: Il mio home spot è il Lillatro, comunque è il posto dove preferisco surfare qui a casa, diciamo che è il mio posto preferito più che home spot, non mi piace chiamare o definire home spot, mi piace surfare ovunque, da tutte le parti e con tutti, in tranquillità, senza avere problemi con nessuno, però ovviamente a questo posto ci sono più affezionato

WA: Tanti lo accusano di essere uno spot un po’ “sputtanato” diciamo… te come vivi la condizione degli spot italiani?

M: Sai il surf in Italia è tra virgolette sputtanato, tra telecamere e altre cose, si sta sviluppando la scena surfista in Italia. Per me sinceramente il surf è un piacere, un hobby, una cosa che mi fa stare bene, quindi da una parte più persone ci sono e meglio è, il problema è che come tantissime cose in Italia, non c’è una cultura, tanti si improvvisano surfisti dal giorno alla notte, senza avvicinarsi con un approccio più adeguato, e magari anche più attento a una disciplina tanto bella quanto delicata come il surf. Se si vuole che il surf si sviluppi è giusto che ci siano molte persone intorno… ma ci vuole la correttezza, l’educazione e il rispetto degli altri, come dovrebbe essere per tutto

WA: Progetti per questo 2018?

M: La prima cosa è portare la mia figliola nelle Marche =)

Nicole: Ciaooooo =)

M: Ho un impegno con la mia crew “JamWaveAsd”, dove facciamo surfskate, è quindi questo una delle mie priorità portare avanti questo progetto, e ovviamente non vedo l’ora di ripartire con il prossimo Surfcamp con WavesAvenue.

WA: Anche noi non vediamo l’ora di ripartire insieme a te!

WA: Ricordaci Matteo dove ti possiamo contattare!

M: Mi potete contattare sulla mia pagina FB Caracini Matteo, e poi potete guardare le mie foto sul blog di VagSurfShop, ed ora anche su WavesAvenue.com

WA: Vuoi salutare o ringraziare qualcuno?

M: Volevo ringraziare Giulio Cerrone e Riccardo Fioretti di WavesAvenue, Marco Guarguaglini del Vag Surf Shop, Enrico Solforetti, Marco Allegrini, Ambra Bruci e tutto lo staff JamWave, anche il mio socio, David Savi, che aspetto a braccia aperte per il prossimo surf camp, e ovviamente la mia stupenda bambina, che molto probabilmente porterò con me al prossimo viaggio, anche se fa la timida, ci sta che magari proponga a WavesAvenue un baby surf camp, e in ultimo a che reputo come un fratello per me, volevo ringraziare, Zeno Vinciguerra!

Grazie a tutti !!!!!!!

Testo: Riccardo Fioretti WA Editor

WAVES AVENUE BRACELET

Nasce il primo braccialetto Ecologico Made in Italy
E’ il Waves Avenue Bracelet ed il ricavato andrà a finanziare attività legate al recupero ambientale.

ACQUISTA WA BRACELET
DIVENTA VOLONTARIO
2018-10-18T08:25:20+00:00